Distretto Culturale Evoluto Piceno: si è conclusa con successo la prima parte del nuovo ciclo di seminari

Si è conclusa lo scorso venerdì 27 febbraio 2015 la prima parte del nuovo ciclo di seminari sul Bello Buono e Benfatto relativi al progetto Distretto Culturale Evoluto Piceno. Sono stati tre giorni intensi, carichi di contenuti, grazie anche allo spessore dei relatori. Abbiamo avuto modo di ascoltare e condividere con Gianni Di Matteo l’esperienza di Farm Cultural Park, con Luca Coppola l’esperienza di Paesaggi Italiani, Marco Montemaggi ha fatto un illuminante intervento sulle potenzialità dell’Heritage marketing e poi Luigi Ricci del Casale delle Noci, Eduardo Lo Giudice e Roberto Zappacosta di “Orto Antico”, Alessandra Stipa del FAI, Paolo Pagnoni e Sara Bracci dal Festival “Corto & Mangiato”, Michele Biagiola, Tito Vagni, Alfredo Valeri di Civita, Alessandro Carlorosi. Questi, solo per citare alcuni degli interventi. Ma cosa hanno in comune tutti questi progetti, queste esperienze, queste buone pratiche? Una visone culturale. Pur essendoci modi diversi e differenti di agire, il denominatore comune è la capacità di aver saputo interpretare ciò che caratterizza, contraddistingue, identifica, un territorio, una comunità, un luogo, un cibo, tutto ciò che in altri termini appartiene al nostro patrimonio culturale e reinterpretarlo. Ci piace dire Tradurre senza Tradire una identità per poterla condividere e renderla accessibile in una nuova dimensione, secondo le attuali logiche di fruibilità. Oggi, domani e dopodomani questa attività di condivisione e confronto continuerà con altri interventi ed esperienze. Dalle Buone Prassi delle prime tre giornate si passerà agli “Esempi Virtuosi”. I seminari del mattino si svolgeranno nel Palazzo dei Capitani in Piazza del Popolo, sono aperti al pubblico, l’ingresso è libero; è una opportunità da non perdere, vi aspettiamo.

I commenti sono chiusi

Progetto realizzato dal Consorzio Universitario Piceno, con il contributo scientifico della Scuola Architettura e Design "E. Vittoria", promosso e sostenuto dalla Regione Marche e dalla Camera di Commercio di Ascoli Piceno